Un’avventura senza… zaino

LA SCUOLA SENZA ZAINO IN TRE PAROLE… (file pdf)

LA SCUOLA SENZA ZAINO IN TRE PAROLE  (file ppsx)

AVVERTENZE PER I GENITORI (file pdf)

Testimonianze e riflessioni dei genitori dei bambini delle classi Senza Zaino della Scuola Primaria “A. Bonucci” rivolte a chi il prossimo anno dovrà iscrivere i propri figli alla classe prima.

Giovedì 7 dicembre 2017 alle ore 16.30, presso la Scuola Primaria “A. Bonucci” si è svolto un incontrro per i genitori del territorio che il prossimo gennaio dovranno iscrivere i propri figli alla classe prima.

Lo scopo dell’evento è stato quello di far conoscere i principi a cui si ispira il modello Senza Zaino.

A dare il benvenuto ai genitori è stata la Dirigente Scolastica, dott.ssa Franca Rossi, che ha sottolineato come questo modello di scuola si rifaccia ai più grandi pedagogisti della tradizione italiana e come, in linea anche con ciò che affermano le neuoscienze, proponga un apprendimento nelle relazioni e cooperativo, nonchè rispettoso delle diversità e individualità di ciascun alunno. Non più la cattedra e i banchi in fila , ma tavoli collaborativi, agorà, spazi ricavati all’interno dell’aula per attività individuali e/o di laboratorio.

i genitori presenti, attraverso la visione di filmati realizzati dalle insegnanti delle classi seconde e prime SZ, hanno visto/rivisto l’inizio di questo viaggio (giugno 2016) che li ha portati fino ad oggi, nelle attuali classi prime, dove ancora, i genitori hanno dimostrato che è possibile creare una comunità per la scuola e con la scuola.

“Stiamo creando un Comitato Genitori Senza Zaino per sostenere e aiutare i genitori dei nuovi iscritti nei primi passi” afferma un genitore “l’importante è cercare, sin da subito, di creare una comunità che si ponga in maniera propositiva e costruttiva”.

E’ proprio il principio della comunità che è venuto fuori da questo incontro, che racchiude in sè anche il principio del’ospitalità e della responsabilità: guarda caso i tre principi ispiratori del modello Senza Zaino.

Una mamma esordisce ricordando il “grandissimo entusiasmo con cui abbiamo iniziato questa avventura, quando, sinceramente, non avevamo ancora capito bene cosa fosse. Ma non abbiamo mai avuto dubbi. E’ stato ed è un grande momento di condivisione tra noi genitori, tra noi genitori e maestre e bambini. Per quanto mi riguarda ho sempre avuto questo sogno: che la scuola non fosse solo un luogo dove si apprende ma anche un luogo dove i bambini vogliono stare insieme e imparano a vivere in comunità”.

I bambini, infatti, pertecipano alla vita della classe, condividono materiali, assumono ruoli di responsabilità (capotavolo, postino, controllore della voce…) hanno spazio (agorà) e tempi per parlare dei loro stati d’animo, decidere procedure, confrontarsi e rilassarsi. Un’altra mamma spiega come questo approccio che vuole la partecipazione attiva e consapevole dei bambini alla vita della classe sia stato l’elemento più importante per suo figlio “imparare a vivere insieme a i compagni e condividere lo ha fatto crescere tantissimo”.

“Ciò che a me, come genitore, piace moltissimo” aggiunge un altro genitore “è la continuità che SZ rappresenta rispetto a quello che è la vita quotidiana: il fatto di poter creare già, all’interno della scuola, una comunità in cui i bambini sviluppano il senso di responsabilità per la gestione della cosa comune”.

Gli interventi e le testimonianze sono state accolte positivamente dai presenti che hanno partecipato all’evento con interesse e motivazione. La giornata si è conclusa con un momento conviviale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...